+39 049 773656 info@red-srl.com

Perché la geotermia

Fino ad oggi il settore della climatizzazione in edifici residenziali, pubblici e commerciali, ha visto come protagonisti i tradizionali impianti a combustibile fossile come le caldaie a gas o a gasolio. Oggi, una valida alternativa, già presente ed operativa in molti paesi d’Europa è rappresentata dalle pompe di calore ad Acqua. Quest’ultima può essere utilizzata utilizzando come sorgente la GEOTERMIA.

Lo scambio di calore tra l’edificio ed il sottosuolo avviene per mezzo di scambiatori di calore detti sonde geotermiche. R.E.D. propone due differenti tecnologie, la più classica a doppia U (tubi in polietilene collegati con un raccordo a U) e quella coassiale (tubi in acciaio inossidabile inseriti uno all’interno dell’altro)

“L’edificio dotato di sonde geotermiche e degli opportuni terminali viene in questo modo riscaldato grazie all’energia gratuita proveniente dal sottosuolo.”

Unica spesa da parte dell’utente è l’energia elettrica necessaria al funzionamento della pompa di calore. Questa soluzione comporta un notevole risparmio stagionale rispetto ad impianti tradizionali a caldaia: infatti il rendimento è di 1:4, ovvero a fronte di 1 kWh di energia elettrica fornita altri 3kWh risultano gratis provenienti dal geotermico. Inoltre risulta ecosostenibile in quanto annulla le emissioni di gas inquinanti in atmosfera.